Macchine di Santa Rosa. Espone il socio “Muscarà” Giorgio Telari

Avevamo già trattato in questa nostra rivista, dei lavori in cantiere presso il laboratorio di Giorgio Telari che per diletto, da alcuni anni, ha iniziato a riprodurre fedelmente i modelli delle antiche Macchine di Santa Rosa i cui disegni sono custoditi presso il Museo Civico di Viterbo.

Il nostro specialista di aerei leggeri ed elicotteri, nonché specialista e comandante antincendio, ha messo a segno un’altra onorevole iniziativa con Suor Francesca Pizzaia, superiora del Monastero di Santa Rosa.

Dodici modelli in legno, decorati, delle più belle macchine di Santa Rosa realizzate tra il 1690 e il 1959, sono stati esposti presso il chiostro del Monastero di Santa Rosa da sabato 31 agosto a domenica 8 settembre, in concomitanza con i festeggiamenti cittadini in onore della santa Patrona.

La rassegna dei capolavori che hanno contribuito ad accrescere interesse e ammirazione tra i numerosi visitatori che hanno fatto visita al corpo della Santa viterbese, parte dal primo baldacchino risalente al 1690, presumibile origine del trasporto, ideato da Vincenzo Calmes. Il signore della Festa, ovvero colui che finanziava i festeggiamenti, era il nobile Giuseppe Franceschini. A seguire, le vere e proprie Macchine, sempre più alte e complesse, di Papini, Spadini e Paccosi.

La tradizione del trasporto per eccellenza in quel di Viterbo, casa adottiva per molti nostri piloti e specialisti, ha avuto inizio il 4 settembre 1258 con una manifestazione religiosa voluta da papa Alessandro IV in occasione della traslazione del corpo incorrotto di Santa Rosa, dalla chiesa di Santa Maria in poggio detta della “Crocetta”, dove era rimasta sepolta per 7 anni, fino all’attuale santuario.

Negli anni successivi prese forma la tradizione civica di trasportare in spalla un baldacchino che diventò sempre più alto, architettonicamente più complesso e logicamente più pesante ma anche più scenico, fino a raggiungere i trenta metri di altezza ed, eccezionalmente per Armonia Celeste del 1986, il peso di 71 quintali e 80 chilogrammi poi accertato dal Sodalizio dei Facchini. Trasporto che infatti si ricorda per alcuni problemi insieme al più amato Volo d’Angeli del 1967.

Una piccola curiosità. Dall’inizio del 1800 la Santa era raffigurata o collocata all’interno dell’ultimo stadio più in alto. Con il Volo d’Angeli di Giuseppe Zucchi, Santa Rosa inizia ad essere collocata all’apice della Macchina come il punto più vicino al cielo e privo di ostacoli per meglio benedire la Sua città.

 

Maurizio Pinna

CERIMONIA DEL CAMBIO DEL COMANDANTE DEL 4° RGT. AVES “SCORPIONE”

Il giorno 12 luglio 2019, presso l’area operativa E.I. – Aeroporto “T.Fabbri”, ha avuto luogo la cerimonia del cambio del Comandante del 4° Rgt. Sost. AVES “SCORPIONE” tra il Colonnello Luca TRAVAGLINI, cedente, ed il Ten. Col. Luca GIRALDO, subentrante.

La sezione Muscarà ha onorato l’invito con la presenza del Vessillo, l’alfiere,  il consiglio direttivo al completo e numerosi altri soci.

Tra gli ospiti presenti  la sig.ra Raffaela Zingarelli vedova del Gen . B. Sergio Beschi e la sig.ra Catia Foschi madre del Caduto Mar.- Massimo Gatti.

Alla presenza del Brigadier Generale Giuseppe Benvenuto, Comandante del Sostegno Aviazione dell’Esercito, e della bandiera di guerra del Reggimento, simbolo dei valori e riferimento nel tempo per tutto il personale, termina il  periodo di comando del Col. Travaglini.

Particolare omaggio è stato tributato all’ANAE in occasione dello sfilamento del Vessillo della Sezione Muscarà inserito nello schieramento.

Nel discorso di commiato,  il Comandante cedente,  ha tracciato una sintesi di questi 20 mesi ,che lo hanno visto al vertice del Reparto ,tra l’altro ringraziando ed evidenziando con piena soddisfazione , l’esperienza, l’impegno e professionalita’ dimostrata dagli uomini e donne del Reggimento.

Ha inoltre fatto riferimento alla prossima trasformazione alla quale lo Scorpione dara’ corso;  un provvedimento ordinativo che lo vede rimodulato  in Gruppo Squadroni di Sostegno.

Al Ten.Col. Luca Giraldo ha augurato buon lavoro per la prosecuzione della complessa fase del processo di trasformazione ed il proseguimento delle attivita’ specifiche.

CERIMONIA DEL “VENTAGLIO” ANCHE AL CENTRO ADDESTRATIVO AVIAZIONE DELL’ESERCITO

Nella caldissima mattinata del 30 luglio 2019, una delegazione di Ufficiali e  Sottufficiali in quiescenza dell’Aviazione dell’Esercito,  facenti parte del Consiglio Direttivo della Sez. Muscarà di Viterbo, ha fatto visita al Centro Addestrativo Aviazione dell’Esercito per il consueto scambio di auguri per la chiusura di tutte le attività addestrative per la pausa estiva.

Ad accoglierci il Comandante del Centro Addestrativo dell’Aviazione dell’EsercitoCol. Giovanni Maria SCOPELLITI– ed i Baschi Azzurri facenti parte della “Nuova e della  Vecchia guardia AVES”.

“Grazie a tutti Voi ed ai Vostri saggi insegnamenti, la nostra Specialità ancor oggi vive di rendita e se oggi abbiamo raggiunto tali ragguardevoli livelli di specializzazione e di professionalità è ancora  grazie a tutto ciò che, con tanto sacrificio, Voi avete costruito e ci avete lasciato in eredità: GRAZIE!”,

con queste belle e toccanti parole, colme di tanti bei vecchi ricordi, il Col. Scopelliti ha accolto e dato il benvenuto al personale in visita presso la Sua Scuola che da più di 2 anni comanda “come farebbe un Buon Padre di Famiglia”.

Dopo il formale e doveroso saluto alla bandiera, personale del Centro e visitatori si sono spostati nel piazzale della bandiera dove sono state effettuate le foto ricordo con alle spalle quei “cimeli di velivoli” con i quali i nostri anziani iniziarono a dare lustro, non solo alla nostra Specialità, ma anche alla Forza Armata e soprattutto all’Italia, sia in ambito nazionale che internazionale.

Tutta la Sez. Muscarà coglie l’occasione per ringraziare ancora una volta il Col. Scopelliti per l’ospitalità, la gentilezza e la cortesia rivolta nei nostri confronti.

                                                                              

Cerimonia della consegna dei brevetti

Il caldo torrido nulla ha potuto avverso la cerimonia dell’8 giugno che ha visto la consegna al 47^ Corso Ufficiali Specialisti di Elicottero,  al 49^ e 50^ Corso Manutentore di Aeromobili Militari del brevetto di specialita’, presso il Centro Addestramento Aviazione Esercito di Viterbo.

I Soci della sez.  Muscara’, sempre pronti ed orgogliosi di partecipare gli inviti a cerimonie e  manifestazioni sotto “l’azzurro” dello stemma dell’Aves; con il vessillo, il V.Presidente e molti Soci tutti precisi in uniforme sociale unitamente gli Ufficiali e Sottufficiali del Centro, parenti dei ragazzi brevettati, hanno applaudito alla consegna dei ” bramati” distintivi.

Presenti alla cerimonia il Comandante dell’Aves, Gen.B. Paolo Ricco’, il Comandante del C.A.A.E., Col. Giovanni Maria Scopelliti, tutti i Comandanti dei Reparti Aves, il Senatore Umberto Fusco , S.E. il Prefetto di Viterbo, dr. Giovanni Bruno, la  medaglia d’Argento al Valor Militare, grado Luogotenente Giampiero Monti.

Il  Comandante del Centro, ha ringraziato le autorita’ militari e civili, l’ANAE, i parenti dei “neo-specialisti” e tutti gli intervenuti.

Un breve ma intenso e significativo filmato ha mostrato il percorso addestrativo degli Specialisti e Manutentori di elicottero.

Un percorso lungo, duro e non privo di insidie come ha tenuto a sottolineare il Comandante dell’AVES nel suo intervento.

“….Noi dobbiamo cercare di dare il massimo di noi stessi, ed ai giovani chiediamo il massimo di loro stessi. 

Proprio sacrificandosi per dare quello che e’ un servizio da dare al  Paese……”

E ancora: “…..l’individualismo non serve; serve unita’ di intenti, serve partecipare,

come se fossimo una famiglia, dove il figlio piu’ piccolo non e’ dimenticato.

Il figlio piu’ piccolo e’ quello che deve lavorare per generare una famiglia nuova…..”

L’alto Ufficiale ha terminato la sua allocuzione con gli auguri ai “ragazzi”  per il raggiungimento del traguardo voluto e l’augurio per gli ulteriori traguardi personali prefissati.

Toccante e particolarmente suggestiva l’apposizione al petto del distintivo di specialita’ ai neo brevettati   da parte dei Comandanti, Ufficiali, sottufficiali , istruttori della base.

Anche il nostro V.Presidente, Col. Giuseppe Torresi, ha avuto il piacere di appuntare al petto di uno dei ragazzi, il fregio di specialita’.

La preghiera dei “Baschi Azzurri” letta da un giovane militare, ha concluso la semplice ma intensa e significativa cerimonia.

Poi largo ai brindisi, alle foto di rito con i famigliari ed amici, e congratulazioni per l’obiettivo raggiunto.

 

Chiusura corsi presso l’ITT di Viterbo

CONSEGNA ATTESTATI PER STUDENTI E PERSONALE ANAE PRESSO L’ ITT DA VINCI

 

Nell’ultimo giorno di scuola, si è svolta la giornata conclusiva delle attività svolte presso l’ IstitutoTecnico Tecnologico “L: Da Vinci” da parte della sez. ANAE “Muscarà” di Viterbo. L’ iniziativa
ha visto la consegna dei diplomi per docenti e discenti del 5° corso “Manutenzione AB206” tenuto dagli specialisti elicotteristi ANAE in quiescenza agli studenti dell’ indirizzo Costruzioni
Aeronautiche, e del corso Avanzato d’ Informatica tenuto dai docenti dela scuola al personale ANAE.
L’ iniziativa è stata dedicata al Maresciallo Capo Massimiliano Biondini, morto in Iraq nel 2005, e ha visto la partecipazione della mamma del Mar. C. Biondini, Sig.ra Robera, il presidente della Sezione ANAE Muscarà di Viterbo Gen. Orsini, Comandante del Comando Sostegno Aviazione Esercito. Gen. Brig Giuseppe BENVENUTO, il Col. Scopelliti Comandante Centro Addestrativo
Aviazione Esercito, i quali hanno rilevato l’ importanza della collaborazione tra forze armate, ANAE e scuola, prospettando in un futuro prossimo l’avvio di una scuola di volo per l’ ottenimento
di un brevetto di pilota aereo. 
Come noto l’ Istituto Tecnico, offre questo importante percorso di specializzazione nella manutenzione, costruzione e montaggio di componenti presenti nei mezzi aerei, ed è l’unico in
Italia ad essere certificato da ENAC per l’ ottenimento della Licenza di Manutentore Aeronautico LMA Part66 cat. B1.2, con tutti i 13 moduli ottenibili durante il percorso didattico. Durante il corso
di manutenzione i ragazzi, sotto l’attenta vigilanza degli specialisti, hanno affrontato la tematica della manutenzione giornaliera e prevolo, il funzionamento e lo studio dei componenti del propulsore a turbina Allison 250-C20J, la funzione e la sostituzione del rotore di coda e della deriva verticale, il funzionamento degli strumenti di bordo, le modalità di guida e conduzione in condizioni particolari.
La Vicaria Prof. Vera Brodo, ha rilevato l’ importanza di queste iniziative che consentono agli studenti di confrontarsi con specialisti aeronatici che portano in dote, oltra alle loro competenze
tecniche anche la loro esperienza di vita vissuta sul campo in condizioni spesso disagiate e difficili, ma sempre con l’ entusiasmo e la determinazione di ottenere e raggiungere l’ obiettivo assegnato.
Infine da rilevare che il progetto si integra nella recente emanazione dei Percorsi per le Competenze e per l’ Orientamento (PCTO) di recente emanazione del MIUR.
Il video della manifestazione è disponibile al link https://youtu.be/KQxnv5fZKYs

INAUGURAZIONE GIARDINO ARCOBALENO

Sabato 1 giugno 2019, per l’Associazione “Campo delle Rose”, è stato un giorno di festa. Un altro tassello è stato aggiunto alle numerose iniziative poste in essere. In località “Campo delle Rose”, adiacente la strada Trinità è stato inaugurato il “Giardino Arcobaleno” che costituisce la prima attività riabilitativa dell’Associazione; parco multisensoriale in cui sono presenti numerose specie di piante, fiori ed alberi da giardino.

Lo scopo è quello di creare un ritrovo a “cielo aperto” per momenti di svago e di aggregazione tra i giovani riabilitanti ed i loro familiari.

Al taglio del nastro tricolore, oltre al Sindaco di Viterbo Dott. Giovanni ARENA, il Vescovo della Diocesi Monsignor Lino FUMAGALLI, il Comandante del  Centro AVES Col. Giovanni Maria SCOPELLITI , erano presenti anche i Baschi Azzurri della Muscarà che continuano l’impegno di sostenere i progetti dell’Associazione

 

73° ANNIVERSARIO DELLA REPUBBLICA

Anche quest’anno, 2 giugno 2019, le Associazioni Combattentistiche e d’Arma aderenti ad ASSOARMA di Viterbo hanno risposto  “Presente”.

Partendo dal consueto luogo di “adunata” in Piazza Verdi il corteo, sfilando in parata, per Via Marconi, ha raggiunto piazza del Sacrario, luogo della cerimonia.

Un reparto di formazione , comprendente una rappresentanza di tutte le FF.AA., Corpi Armati dello Stato, ha reso gli onori scandendo tutte le varie fasi della cerimonia, dall’alza bandiera alla deposizione della corona di alloro al Sacrario dei Caduti agli onori alle più alte Autorità Militari, civili e Religiose del Presidio.

205 Anniversario della fondazione dell’arma dei Carabinieri

Il vessillo e l’alfiere della sez. Muscara’ unitamente a quelli di associazioni  combattentistiche e d’arma della Provincia,  bandiere dei carabinieri e gonfaloni comunali  si sono schierati nella caserma che ospita il Comando Provinciale dell’Arma in via San Camillo de Lellis in Viterbo assieme ad un Reparto di formazione per la 205esima festa dei carabinieri.

Hanno partecipato l’invito del Col. Giuseppe Palma, Comandante provinciale CC, alla cerimonia autorita’ militari ,per l’Aves era presente il Comandante Gen.B. Paolo Ricco’, civili e religiose unitamente a numerosi ospiti tra i quali diversi baschi azzurri della Muscara’.

Lo schieramento sulle note dell’inno di Mameli, cantato da tutti i presenti, ha reso gli onori al “tricolore”.

Dopo la lettura dei messaggi del Presidente della Repubblica e quello del comandante generale dell’Arma, il Col. Palma prendendo la parola ha voluto ricordare in primis,  un carabiniere che prestava servizio a Viterbo e che prematuramente ci ha lasciato e di seguito ha rivolto un pensiero a tutti i colleghi venuti a mancare in un passato piu’ o meno recente.

Al termine dell’articolato e particolareggiato discorso incentrato sull’attivita’ dei militari dell’Arma a Viterbo e in provincia, il Comandante ha concluso con le parole che furono del Gen. Carlo Alberto dalla Chiesa….”rimaniamo sempre cosi’, come se avessimo gli alamari cuciti sulla pelle”.

 

Sandro Pappalardo – Assessore del Governo della Regione Sicilia

UN ALTRO SUCCESSO PER IL NOSTRO BASCO AZZURRO PILOTA SANDRO PAPPALARDO.

Sandro Pappalardo, Istruttore di Volo presso lì CAE di Viterbo, già Vice Presidente del COCER per sei anni, dopo la nomina ad Assessore del Governo della Regione Siciliana con delega al Turismo, Sport e Spettacolo raggiunge un altro importante traguardo, che inorgoglisce noi Baschi Azzurri.

Viene nominato, dal Ministro Gian Marco Centinaio, ai vertici dell’ENIT Agenzia Nazionale del Turismo.

Anche in questo nuovo incarico, siamo certi, che il nostro  amico Sandro saprà contraddistinguersi per professionalità, competenza ed impegno.  
Un grande in bocca al lupo, da tutta la famiglia dei Baschi Azzurri della “Muscarà” per questo nuovo incarico.  

Adunata del 51° “ LEONE”:… PRESENTE

Il giorno 24 maggio 2019  presso la pizzeria Parco Airone lungolago Di Vico si e’ svolta una rimpatriata , ormai direi quasi consolidata degli Amici del 51° gruppo ,organizzata dal socio della sezione Muscara’

Lgt.Maurizio Spinozzi,  molti hanno risposto  all’appello e la soddisfazione e’ stata tantissima, perche’ quel famoso spirito di corpo ci e’ rimasto , per aver fatto parte di questo mitico gruppo di volo, per tutte le attivita’ svolte insieme ,oltre all’orgoglio e’ rimasto vivo il sentimento dell’amicizia  dimostrata dalla grande partecipazione all’evento, trascorrendo una piacevole serata.

Un Ringraziamento a tutti i partecipanti in particolare all’ex CSM Gen. Errico Danilo e agli ex comandanti Gen. Caniglia, Gen. Moraglia, Gen. Gigante.

Un grazie di cuore a tutti,   Maurizio Spinozzi.